Assemblea dei delegati 
Addio e nuovo inizio

Addio e nuovo inizio

Anicia Kohler, trad.: Alessia Albertini Meszaros, 24.06.2022

L’AD è iniziata con una buona notizia: rispetto al 2021le scuole ASSM hanno registrato più di 5000 nuove iscrizioni. Secondo Christine Bouvard, questa è un'indicazione che le scuole di musica si stanno lentamente riprendendo dagli effetti della pandemia. In occasione della presentazione del rapporto annuale, ha espresso i suoi sinceri ringraziamenti alle scuole di musica, alle direzioni scolastiche e alle associazioni cantonali, fortemente impegnate nell'educazione musicale, in particolare negli ultimi due anni della pandemia.

L’AD è iniziata con una buona notizia: rispetto al 2021le scuole ASSM hanno registrato più di 5000 nuove iscrizioni. Secondo Christine Bouvard, questa è un'indicazione che le scuole di musica si stanno lentamente riprendendo dagli effetti della pandemia. In occasione della presentazione del rapporto annuale, ha espresso i suoi sinceri ringraziamenti alle scuole di musica, alle direzioni scolastiche e alle associazioni cantonali, fortemente impegnate nell'educazione musicale, in particolare negli ultimi due anni della pandemia.

Adeguamento dei contributi associativi nel 2024
Thomas Saxer, responsabile di finanze e servizi, ha poi riferito che la struttura dei contributi associativi dovrebbe essere adattata per due motivi. In primo luogo, l'aumento delle fusioni di scuole di musica ha portato a una riduzione dei contributi di base a lungo termine e, in secondo luogo, i contributi dei partner commerciali esterni sono in continua diminuzione. Il nuovo concetto elaborato dal gruppo di lavoro sarà ora sottoposto alla consultazione delle associazioni cantonali e dovrà essere poi approvato dall'Assemblea dei delegati nel novembre 2022.

Oltre a compensare la perdita di entrate per i due motivi sopra menzionati, tale nuovo concetto allevierebbe l'onere per le scuole di musica più piccole rendendolo più equilibrato, ha affermato Saxer. Di conseguenza, il contributo di base per le grandi scuole di musica aumenterebbe, ma continuerebbero a pagare molto meno delle piccole scuole, in relazione al loro fatturato.

Elezione generale del Consiglio direttivo e della Presidenza
I quattro membri del Consiglio direttivo Eva Crastan, Thomas Saxer, Christian Braun e Philippe Müller sono stati confermati all'unanimità nelle loro cariche. Anche Philippe Krüttli (BE) è stato eletto all'unanimità – sarà a capo dell’ASSM come presidente nei prossimi quattro anni. Prende il posto di Christine Bouvard, eletta presidente nel 2012. Christine Bouvard è stata salutata con una panoramica fotografica e calorosi discorsi elogiativi di Klaus Beck (Liechtenstein) e Jacques Hurni (VD), per i quali la presidente uscente, visibilmente commossa, ha ringraziato calorosamente.

Stato dei progetti annuali e dei marchi
Dopo questo intermezzo emotivo, Christian Braun e Philippe Müller hanno informato in merito ai lavori in atto per la figura professionale dell’insegnante di musica, che entreranno nella fase finale nel 2023, mentre Philippe Krüttli ha parlato della strategia di digitalizzazione.

I due marchi quarte e Pre-College Music CH dovrebbero essere esternalizzati e uniti in un'associazione o fondazione a lungo termine. Questa è una proposta del gruppo di lavoro incaricato, dopo un intenso lavoro preparatorio (tra cui la tesi di bachelor di uno studente FHNW). Il marchio Pre-College Music CH è già stato assegnato a otto istituzioni – la prossima scadenza per presentare le richieste da parte di eventuali interessati è il 31 luglio 2022.

Forum Formazione Musicale FFM 2023
Infine, Philippe Krüttli ha introdotto i relatori e i punti del programma del prossimo – decimo – FFM. Con il titolo "Trasformazione digitale e cooperazione-inclusione", si terranno conferenze con interessanti esperti, tra cui il Prof. Dr. Andréa Belliger del PH Luzern e il famoso cornista Felix Klieser, nato senza braccia.

Programma di promozione "Giovani Talenti Musica"
Nel pomeriggio, l'attenzione si è concentrata sul programma del Governo federale ("Giovani Talenti Muscia"). David Vitali e Lorenzetta Zaugg dell'Ufficio federale della cultura hanno introdotto le basi del programma e presentato il calendario previsto. "Manca una promozione collegata e coordinata a livello nazionale per i bambini e i giovani musicalmente dotati", ha detto David Vitali. L'obiettivo è quindi quello di impostare una promozione dei talenti musicali coordinata a livello nazionale e curricolare, sotto forma di un concetto quadro basato sui programmi cantonali esistenti di promozione dei talenti. Successivamente, rappresentanti di vari Cantoni hanno presentato i loro programmi. "Lavoreremo insieme passo dopo passo per questo importante tema", ha detto Philippe Krüttli alla fine. "Le prospettive sono molto promettenti."